NORME sulla conduzione di CANI nei Monti Sibillini

Share Button

Il Camoscio dei Sibillini, www.camosciosibillini.it, sperando di fare un servizio utile a tutti i fruitori dei Monti Sibillini allega queste norme per la conduzione dei cani nei Monti Sibillini e una relativa mappa con le Zone A e B del parco da utilizzare solo a fini educativi ed conoscitivi!

Comunicato Stampa del
PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI
NORME sulla conduzione di CANI
Disciplinare per lo svolgimento di attività sportive ed escursionistiche e di
manifestazioni (DCS n. 34/2007 e s.m.i, art. 3, c. 5)
DISPOSIZIONE di cui al D.D. n. 288 del 29/05/2013 – entrata in vigore: 1/7/2013

In nostri amici a quattro zampe possono accompagnarci quasi ovunque lungo le piacevolipasseggiate nel Parco, con l’unica accortezza di tenerli sempre guinzaglio, una norma, questa, finora vigente nell’intero territorio nazionale e che tutela anche i nostri cani da possibili aggressioni da parte dei cani da pastore e della fauna selvatica, un rischio semprepossibile negli ambienti naturali e di montagna. Non dobbiamo dimenticare, però, che, soprattutto negli ambienti più sensibili, il cane è ancheun fattore di rischio nei confronti della fauna tutelata: in questi ambienti, come sotto indicato,l’accesso dei cani non è consentito.

La conduzione e l’introduzione di cani all’interno del Parco può avvenire nel rispetto delle vigenti norme in materia di detenzione e conduzione di cani e delle seguenti ulteriori norme:
a. fatti salvi i successivi punti: nella zona A del Piano per il Parco1 non è consentito
introdurre cani; nella zona B i cani possono essere introdotti solo se condotti al
guinzaglio;
b. fatto salvo il successivo punto, lungo i percorsi ufficiali del Parco di cui al DCD n. 53/2004 e smi2, i cani possono essere introdotti, anche in zona A del piano per il parco, solo se
condotti al guinzaglio;
c. non è comunque consentito introdurre cani, anche se condotti al guinzaglio, lungo i seguenti percorsi ufficiali del Parco3: E6 (dal Rifugio del Fargno al casale Ara del Re), E8
(intero percorso), E17 (da Capanna Ghezzi a Foce di Montemonaco), E15 (intero percorso);
d. è fatto salvo l’utilizzo di cani per finalità di pubblica utilità, nonché ai fini delle attività pastorali e di raccolta dei tartufi nel rispetto delle vigenti norme.

SANZIONI
Ai sensi del dell’art.30, comma 2, della Legge n.394/91, il mancato rispetto della presente disposizione è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 25,00 a € 1032,00. E’ comunque fatta salva la normativa vigente, ivi compreso quanto previsto dal comma 1 dello stesso articolo 30.
1 le diverse zone del piano per il parco sono indicate su:http://www.sibillini.net/attivita/indexRegolamenti.html
2 i percorsi ufficiali del Parco, e la relativa numerazione, sono indicati sul sito sopra indicato nonché sulla carta ufficiale